Brussellando del 1 luglio 2014 con MarcoMalvaldi e Jasna Samic

BrejjRlIcAAT92XIl viaggio di Brussellando continua senza soste con incontri singolari e graditi ritorni. Tuttavia, il viaggio tra arte e letteratura, si è arricchito di nuove voci, cioè quelle di Eulalie e Casper, studenti d’italiano dell’Università di Gant, e appassionati cultori della lingua di Dante.3567-3 Nella prima parte della serata, lo scrittore Marco Malvaldi ha raccontato del suo ultimo romanzo giallo ”Argento Vivo”. Prima del librAngolo, la scrittrice bosniaca Jasna Samic al telefono da Parigi ha presentato il suo percorso e le sue realizzazioni, tra cui l’ultima fatica letteraria, “Portrait de Balthazar” (Edizioni M.E.O), grazie al quale le è stato insignito il prestigioso premio letterario Gauchet Philippot.

balthazar-1c

[Buon ascolto]

Brussellando del 24 giugno 2014 con Luca Storero e Riccardo Ruggeri

photoUna trasmissione interamente votata all’arte e alla letteratura. L’artista Luca Storero e lo scrittore Riccardo 201405221156ruggeri fotoRuggeri – un graditissimo ritorno – sono stati gli ospiti di un Brussellando vivace e frizzante. [Buon ascolto]

Brussellando del 17 giugno 2014

BqWgBB0IEAALHydIn una Bruxelles in pieno fermento estivo, Brussellando continua il suo viaggio con due ospiti d’eccezione. Il pittore Andrea Clanetti, ospite in studio, ha svelato alcuni segreti del suo mestiere e ha condiviso il suo gusto per l’arte figurativa. c2absia-fatta-la-tua-comicitc3a0-paradise-stripsc2bb-copertina1Dopo il librAngolo, lo scrittore e poeta Pietro Pancamo, al telefono dall’Italia, ha presentato la sua ultima opera «Sia fatta la tua comicità. Paradise strips» , tutta da scoprire. [Ascolta&Scarica il podcast]

Il cuore di tutte le cose

Elizabeth Gilbert: Il cuore di tutte le coseConoscete Mangia, prega, ama, vero? Se non altro, avrete visto le locandine del film. Beh, dimenticatevelo prima di immergervi nella nuova fatica di Elizabeth Gilbert: la troverete diversa e scoprirete che la scrittrice è molto di più che raccontatrice di storie autobiografiche ispiratrici.
Il cuore di tutte le cose si svolge nel diciottesimo secolo, nel mondo dinamico della botanica: era un’era di scoperte febbrili. La famiglia Whittaker deve la sua ricchezza alle piante medicinali. Alma assorbe conoscenze e capacità di ragionamento sin dalla nascita, assiste il padre nel gestire l’impero di piante medicinali e si dedica allo studio dei muschi, diventandone esperta rispettata. Finché un giorno un uomo di nome Ambrose le travolge la vita e la porta a varcare le soglie del suo mondo piccolo e grande allo stesso tempo. Alma arriva alla teoria dell’evoluzione indipendentemente da altri studiosi che nello stesso periodo maturano l’idea. Però c’è una domanda a cui nessuno conosce la risposta, una faglia nella teoria: che ruolo ha l’altruismo nell’evoluzione?
Vi raccomando di aggiungere Il cuore di tutte le cose nella vostra valigia estiva: il mondo che presenta è bellissimo, i personaggi forti, particolari, la storia coinvolgente.
Buona lettura!

Shalimar il clown

Rushdie - Shalimar il clownSalman Rushdie è un raccontatore professionista ed elegante. E’ sempre un piacere leggere le sue storie espresse senza parole superflue, attraverso uno stile che sembra essere senza sforzo. Ciononostante, ho un rapporto ambivalente con la sua scrittura: mi riesce difficile accettare la predestinazione che colpisce tantissimi dei personaggi di Rushdie. Anche in Shalimar il clown la sorte dei personaggi riflette tristemente la travolgente storia delle terre che abitano. Il Kashmir – un paradiso. Shalimar e la sua Boonyi – l’amore che trascende le differenze culturali. La guerra travolge il Kashmir, e i personaggi sono destinati ad inseguirsi e portarsi nella rovina, come in una tragedia greca. E a me le tragedie greche portano alla rivolta…
E’ impegnativo ed è bello.
Buona lettura!