Heysel 30 anni dopo – Puntata del 9/6/2015

biglietto heysel

Gli organizzatori della partita declinano ogni responsabilità in caso di incidenti

Il 29 maggio si sono ricordati i 30 anni dal dramma dello stadio Heysel di Bruxelles (oggi Roi Badouin) quando poco prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Liverpool e Juventus, 39 persone tra cui 32 italiani, molti dei quali vivevano in Belgio, morirono per il crollo della curva Z o soffocate nella calca. Come era potuto succedere? Come é stato ricordato l’evento fra Belgio, Italia e Inghilterra? La rassegna stampa di giornali e televisioni e il ricordo dei presenti ci fanno capire che una verità su some si siano svolti i fatti non  sia stata ancora trovata. Di chi é stata la colpa? perché c’era cosi poca polizia? i giocatori sapevano o no quello che era successo? Sono giustificate le accuse di razzismo verso gli italiani che sono state riferite da alcuni dei presenti? Tosca e Luca Falciola ne hanno parlato con Francesco Cerasani, che con l’associazione Punto Democratico ha contribuito a organizzare un’ amichevole Juve-Liverpool ad Anderlecht il 30 maggio; con il sociologo Johan Leman, e con il signor Michel Vande Ghucht che si trovava proprio nella curva Z il giorno della partita.  Riascoltate qui la puntata

Rassegna stampa

Interessantissimo video pubblicato sul sito di Repubblica

– La testimonianza di Fiorenzo Peloso sull’Eco di Bergamo

Le Moustique – I colpevoli dimenticati

Sport Magazine (NL)

Il ricordo dell’Independent e dell’Anfield Wrap (Anfield é lo stadio storico del Liverpool)

Ce contenu a été publié dans Bruxelles, Le nostre puntate, avec comme mot(s)-clé(s) , . Vous pouvez le mettre en favoris avec ce permalien.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *