« Chagall. Retrospective » : l’organizzazione della mostra tra esigenze artistiche e logistiche – Puntata del 13/05/2015

chagallDopo il gran successo ottenuto in Italia, la mostra “Chagall. Restrospective” approda al Museo reale delle belle arti del Belgio. Con più di 200 opere esposte grazie ai prestiti da 20 musei e 14 collezioni private, alla fine del primo mese di esposizione la mostra ha già visto più di 30.000 visitatori. Ma qualè il segreto di questo grande successo? Un excursus sulla vita di questo grande artista e sulle sfide logistiche poste dall’organizzazione di un tale evento culturale sono stati il menu di questa cena. Dal Museo reale delle belle arti del Belgio, Samir Al-Haddad, Press & Marketing Officer e Jean-Philippe Theyskens, guida, ci hanno rivelato tante curiosità sulla preparazione di una mostra, tra partenariati, pubblicità, novità artistiche e tanto altro! In un romanticissimo tête à tête tra Antonella e Anna. Riascoltate qui la nostra puntata

Publié dans Arti e mestieri, Bruxelles, Le nostre puntate | Marqué avec , | Laisser un commentaire

L’Antitrust – una battaglia fra titani. La Commissione europea contro Gazprom e Google – Puntata del 30/04/2015

google antitrustCos’é l’antitrust, a cosa serve, a chi conviene? E qual é la visione che ne ha l’UE? Di recente la Commissione europea ha intentato due azioni contro Gazprom e Google. A Gazprom, da cui gli Stati membri dell’UE ottengono circa il 25% di gas, viene contestato di ostacolare la concorrenza in otto Paesi membri, in questo modo impedendo il libero scambio di gas. Google avrebbe invece « sistematicamente favorito » i suoi prodotti nelle pagine di ricerca online danneggiando concorrenti e consumatori. Che vuol dire? Un Piero in conduzione solitaria ne ha chiacchierato con un dirigente di una società italiana nel settore dell’energia con interessi in russia, e con tre giovani euro-esperti, Marcello, Federica e Lorenzo. Cliccate qui per riascoltare la puntata.

Publié dans Le nostre puntate, Politica | Marqué avec , , , | Laisser un commentaire

La nazionalità Belga – Puntata del 8/04/2015

naturalisations(IT) Si é parlato di Nazionalità Belga nella puntata di mercoledi scorso.
Perché chiederla e chi puo’ ottenerla? Come é cambiata l’attribuzione della nazionalità dalla legge del 2012? E la doppia nazionalità, che dal 2010 ha reso possibile per gli italiani chiedere la nazionalità belga senza perdere quella italiana ha fatto aumentare le richieste di nazionalità da parte della comunità italiana? Tosca e Piero hanno ospitato il prof. Andrea Rea, direttore del Centre Migrations, Asile, Multiculturalisme dell’ULB nonché italiano nato in Belgio e mai ‘belgizzato’;  Rachida Meftah, dell’associazione ASBL Objectif, che assiste gli immigrati alle prese con le démarches amministrative richieste dalla nuova legge. E infine Amina Amadel – formatrice presso l’ AGAFI (Association d’Actions de Formation et d’Insertion) dove offre corsi di alfabetizzazione principalmente alle donne mgiranti – che attraverso la canzone del suo gruppo  Hydra – Free Ali ci ha raccontato le possibili distorsioni della doppia nazionalità nella vicenda di Ali Arras, belgo-marocchino detenuto in Marocco con accuse di terrorismo.   Riascoltate qui il podcast della puntata, in IT nella prima parte poi in FR). E voi, potreste diventare belgi? Verificatelo con lo schema interattivo dell’ASBL objectif.

(FR) Nationalité Belge. Comment la loi de 2012 a changé les choses? Après la première partie en italien avec le Prof. Andrea Rea de l’ULB, une discussion en FR avec Rachida Meftah de l’ASBL objectif et avec Amina Amadel de l’AGAFI qui nous a raconté la situation du belgo-marocain Ali Arras, actuelment détenu au Maroc. Re-ecoutez l’émission en cliquant ici.

Publié dans Le nostre puntate, Politica, Società | Marqué avec , | 2 commentaires

Il TTIP – Transatlantic Trade and Investment Partnership – Puntata del 1/4/2015

Il logo del collettivo di cui fa parte la nostra ospite Daniela Chinnici

Il logo del collettivo di cui fa parte la nostra ospite Daniela Chinnici

Nella puntata di mercoledi scorso  abbiamo messo in tavola un nuovo prodotto in arrivo direttamente dagli USA, o meglio, che si sta cucinando tra i forni a legna della Commissione Europea qui a Brx e quelli a microonde dei fast food americani… il temuto e attesissimo,  taciuto discusso e quantomeno in fase di negoziazione .. TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), ovvero Zona di libero scambio transatlantica, l’accordo internazionale bilaterale tra l’Europa, rappresentata dalla Commissione Europea e gli Stati Uniti d’America, attraverso il quale Bruxelles intende avvicinare il vecchio continente ed il nuovo attraverso la creazione di un grande mercato transatlantico. Leonardo e Piero ne hanno parlato con Federica Pesce, ex stagista della DG Trade della Commissione europea,  e con Daniela Chinnici, del collettivo Schaerbeek hors TTIP. Per più info sul TTIP in salsa Commissione Europea ecco la pagina sul sito della DG Trade.

Cosa si sta decidendo? Le aziende potranno fare causa ai governi? e perché un comune come Schaerbeek rischia di perdere potere con la firma dell’accordo? Ecco qui il podcast della puntata, tutta in IT

Publié dans Le nostre puntate, Politica, Resto del mondo | 12 commentaires

La Grecia di Tsipras – Puntata dell’11/03/2015

L'affascinante e tenace ministro dell'economia greco

L’affascinante e tenace ministro dell’economia greco, incaricato di discutere con l’UE

Indovina Chi Viene a Cena torna a parlare di Grecia, dopo la puntata sulle presidenze di turno UE italiana e greca di   inizio 2014. La Grecia di oggi, dopo la vittoria di Tsipras e il tentativo di rinegoziare il programma di assistenza deciso dalle istituzioni europee.  Valentina e Antonella ne hanno parlato con Maria Potiropoulou, insegnante  di ginnasio vicino ad Atene, alle prese con i tagli alla cultura, con  Sakis Dimitrakopoulos, Presidente del Centre Hellénique interculturel de Bruxelles. E infine con Lorenzo Consoli, Corrispondente a Bruxelles per l’agenzia di stampa TM News e insegnante  di storia dell’Ue all’Ihecs, che ci ha aggiornato sulle ultime discussioni tra l’UE e la Grecia, tra rifiuto della troika e tentativo di eliminazione delle clausole di ‘macelleria sociale’. Riascoltate qui la nostra puntata (in IT e FR).

Publié dans Le nostre puntate, Politica, Resto del mondo | Marqué avec | Laisser un commentaire

Uno sguardo bruxellese sull’Expo di Milano – Puntata del 25/02/2015

expo milano 2Mancano due mesi all’inizio di Expo di Milano, aperta fino a fine ottobre 2015. I cantieri non sono finiti, pochi sembrano sapere cosa succederà davvero. Ne abbiamo parlato con l’architetto Giuseppe Cardillo, che ci ha aiutato a esplorare il sito espositivo e il padiglione belga, con Marco Ricorda, community manager per la partecipazione dell’UE a expo 2015 che ci ha fatto scoprire come l’UE, inserita nel padiglione Italia, abbia concepito la propria partecipazione all’expo, tra la scoperta delle politiche europee sull’alimentazione, dibattiti e cartoni animati. E con Gabriele Annicchiarico, antropologo, esperto di « orti urbani », un po’ in dubbio su come in un’expo cosi’ concepita e in ritardo si riesca ad affrontare in modo adeguato il tema scelto ‘nutrire il pianeta, energie per la vita’. Riascoltate qui il podcast della puntata, e lasciateci i vostri commenti. come vedete quest’expo?

 

Publié dans Le nostre puntate, Resto del mondo, Società | Marqué avec , , , | Laisser un commentaire

Touche pas à mon Jeu de Balles – I Marolles e il plan mobilité – Puntata del 28/01/2015

frappee_web2-1038x576I Marolles, quartiere popolare, colorato, culla di lotte, e sede del famoso mercatino delle pulci della Place Jeu de Balles, alle prese con il plan mobilité della commune di Bruxelles che prevede la creazione di un parcheggio sotto la piazza e ha suscitato tante proteste. A cena daTosca e dalla new entry Antonella abbiamo aperto con Dimitri, ‘guide de balade‘, che si é messo in gioco nelle proteste preparando video e portando la gente  a conoscere la ‘Marolles rebelle’; con Marco Zagaglia, giovane regista vincitore con ‘The Boredom‘ del concorso ‘Court mais trash’  , che ci ha aiutato a commentare ‘le chantier des gosses‘, primo film neorealista belga ambientato ai Marolles e ritornato in auge nei mesi scorsi. E ancora, col piatto principale siamo passati al francese, ci ha raggiunto Marie Nagy di Ecolo, a raccontarci il plan mobilité. Per  dessert ci ha raggiunto Raphael Rastelli di Pétition Patrimoine che sta cercando di cancellare il progetto ottenendo il classement di Place Jeu de Balles. Appuntamento il 7 febbraio alle 16 alla Clef d’Or per l’assemblea cittadina guidata dalla Platform Marolles, che dopo aver raggiunto piu di 20000 firme contro al progetto non pensa di fermarsi qui. Clicca qui per riascoltarci. Puntata in IT e FR

Les Marolles, Marolle rebelle, le plan mobilité, le projet de parking, le ‘Chantier des Gosses, le roi des Brols, les assemblées citoyennes. Réecoute ici l’émission (en FR la deuxième partie)

Publié dans Bruxelles, Le nostre puntate | Marqué avec , | Laisser un commentaire

Mons Capitale della Cultura 2015- Puntata del 21/01/2015

MONS 2015Per la prima puntata del 2015 Anna e Valentina hanno esplorato il tema della Capitale della Cultura, che quest’anno si trova proprio qui dietro l’angolo, a meno di un’ora di treno! Con il nostro primo ospite in studio, Sylvain Pasqua, dell’Unità di Coordinamento delle Capitali Europee della Commissione Ue, abbiamo parlato della creazione dell’iniziativa, con tanti aneddoti da uno che di Capitali della Cultura ne ha girate tante. Grazie a Marie Noble della Fondazione Mons 2015 abbiamo invece scoperto il ricchissimo programma di Mons, delle scelte artistiche, del sogno di una città cominciato 8 anni fa e finalmente diventato realtà. La puntata si è svolta in parte in italiano e in parte in francese. Clicca qui per riascoltare il podcast

Publié dans Arti e mestieri, Le nostre puntate | Marqué avec , | Laisser un commentaire

Una cena scientifica – Puntata del 10/12/2014

fisica delle particelleDurante la nostra cena di mercoledi ci siamo addentrati in un tema che non abbiamo mai toccato: la ricerca scientifica in Belgio e a Bruxelles, attraverso le testimonianze dirette di chi la scienza la costruisce ogni giorno, di chi si adopera per spiegarla e di chi gestisce la politica scientifica a livello federale. Abbiamo avuto come commensali Lucia, giovane dottoranda in fisica delle particelle, che lavora all’analisi dei dati dell’acceleratore del Cern di Ginevra. E poi Lapo, un astrofisico da anni impegnato nel campo della divulgazione scientifica, che con la sua associazione  porta la scienza nei locali pubblici. E in collegamento Philppe Mettens, presidente del Federal Science Policy Office, a presentarci le sfide della politica scientifica in Belgio, e le possibile minacce al suo futuro. Ecco il podcast. E alla prossima, speriamo di avervi fatto venire voglia di vederci tutti agli aperitivi scientifici ‘sciences en Bar(re)’ organizzati da Urka!

Publié dans Arti e mestieri, Bruxelles, Le nostre puntate | Marqué avec , , | Laisser un commentaire

I Comites – COMitati per gli ITaliani all’EStero – Puntata del 26/11/2014

comites berlinI Comites  si rinnovano dopo 10 anni in aprile 2015. Tutti gli italiani iscritti all’AIRE sono chiamati a votare. Come? Per chi? Cosa hanno fatto i Comites finora, perché ne abbiamo sentito parlare poco e cosa si propongono di fare le nuove liste? Valentina e Leonardo fanno gli onori di casa in quesa cena pre-‘elettorale’ con i candidati Benedetta Dentamaro e Elenora Medda della lista Fare e Rappresentare  e Federica Palmieri e Alessandro Lanzillotto della lista Comites è Partecipazione e un collegamento con il Comites di Berlino, il tutto a suon di Giorgio Gaber, Ivano Fossati, Caparezza e i bruxellesesi Yoko Syndrome.  La Germania ha qualcosa da insegnare anche per i Comites? Clicca qui per riascoltare la puntata.

Publié dans Bruxelles, Le nostre puntate, Politica | Marqué avec | Laisser un commentaire